chirurgia proctologica
Infromazioni generali.
Il “day surgery” o “day hospital chirurgico” o “chirurgia di un giorno” è uin modello organizzativo nuovo, secondo il quale determinati interventi chirurgici possono essere eseguiti con un ricovero di 12 ore con eventuale pernottamento.

Questa modalità organizzativa consente ai pazienti e ai loro familiari di ridurre il disagio che si accompagna ad un intervento chirurgico, pur nel rispetto della sicuressa generale e della qualità dell’intervento stesso.
Per poter essere operati in day hospital è necessario che:
l’intervento cui ci si deve sottoporre sia eseguibile secondo questa modalità organizzativa;
le condizioni di salute dell’operato lo consentano;
il paziente sia accompagnato da una persona adulta e consapevole, che si impegna ad affiancarlo durante la notte successiva all’intervento e a prestare le cure necessarie, secondo quanto suggerito dai sanitari;
il domicilio presso il quale l’operato trascorrerà la notte successiva all’intervento sia distante non più di 1 ora dalla casa di cura;
vi sia la disponibilità di un telefono;
in caso di necessità vi sia la disponibilità di un autoveicolo e di una persona che sia in grado di condurlo.

Informazioni per l'intervento.
La patologia proctologica comprende un notevole numero di malattie che si evidenziano con sintomi simili (dolore anale, prurito, perdite ematiche o mucose, ecc). La soluzione terapeutica deve essere sempre quella che prevede il minor rischio per il paziente, la possibilità di ridurre al minimo i tempi di inattività del paziente garantendo il controllo di eventuali sintomi (ad esempio il dolore ecc.) e l'efficacia dell'intervento.

Su questa base si è sviluppata la chirurgia proctologica ambulatoriale che oggi tratta circa il 70% della patologia colon-proctologica con un rapido ritorno del paziente all'attività lavorativa. Anche la chirurgia proctologica in day surgery parte da tali concetti e prevede una possibilità di dimissione entro le 12 ore dall'intervento garantendo alcuni vantaggi:
l'intervento è sovrapponibile a quelli eseguiti in anestesia maggiore;
è possibile effettuare l’intervento in anestesia spinale o locale (sempre senza dolore) riducendo molto il rischio anestesiologico e potendosi il paziente alzare dal letto dopo alcune ore riducendo l’allettamento postoperatorio;
il paziente raggiuge subito la possibilità di effettuare una adeguata toilette del piano perineale molto importante in tale tipo di interventi;
Si riducono i tempi di inabilità del paziente con un più rapido ritorno alle attività abituali.