chirurgia estetica lifting

Ringiovanire: uno dei sogni dell’uomo. Oggi reso quasi possibile dal lifting, un intervento di chirurgia estetica programmato per migliorare o eliminare le rughe e le grinze della pelle, manifestazioni più evidenti dell’invecchiamento dei tessuti.

Intervento.
La pelle del viso viene in pratica scollata, stirata e vengono eliminati gli eccessi di cute dovuti al rilassamento cutaneo (in genere 1 o 2 centimetri). Pieghe e rugosità vengono così eliminate e i tessuti rimangono tesi. Oggi, per risultati più duraturi, si tende a intervenire anche sulla sottile muscolatura che sta sotto la cute del volto.
Per l’intervento normale si parlerà dunque di lifting superficiale; per il tipo di intervento che interessa anche i muscoli si parlerà di lifting profondo. L’incisione parte all’altezza della tempia, e prosegue verso il basso seguendo la “basetta”, passa davanti all’orecchio e quindi si perde nei capelli, verso la nuca.

Anestesia.
Di solito si effettua in anestesia generale, ma si può fare anche in anestesia locale con adeguata sedazione del paziente.

Durata.
L’intervento richiede un tempo molto variabile: due ore e anche più se associato ad altre procedure.

Ricovero.
Day hospital. Si tiene un bendaggio per pochi giorni. La guarigione avviene in una decina di giorni.

Costo.
Circa dai 6.000 agli 11.000 euro.
Per il minilifting il costo varia dai 3.500 ai 5.000 euro.
Per avere un preventivo personalizzato, inviateci un email.

Periodo.
Bisogna evitare di sottoporsi al lifting in estate o nella tarda primavera, a meno che non si protegga la pelle dal sole con una crema a schermo totale.

Cicatrici.
Restano nascoste in zone non visibili. Purtroppo, l’incisione deve necessariamente passare davanti all’orecchio e lì rimane visibile. La nuova tecnica prevede di passare dietro al trago (la piccola sporgenza di cartilagine che si trova all’esterno dell’orecchio).
In questo modo, quasi tutta la cicatrice resta nascosta.